Cerca
Close this search box.

BLOG

Qual è il periodo migliore dell’anno per vendere casa?

Qual è il periodo migliore dell’anno per vendere casa?

Vendere casa è un passo importante nella vita di molte persone e richiede una pianificazione accurata. 

Chiedersi se ci sia un periodo dell’anno migliore per farlo è una domanda che nasce spontanea.

Il “momento giusto” sulla carta esiste, ma non può essere preso come un dato oggettivo perché i fattori da considerare sono molteplici. 

Le statistiche ti diranno quali sono i mesi in cui le persone e le famiglie sono più predisposte a visitare le abitazioni, così come i mesi nei quali si concludono il maggior numero di compravendite.

Quanto lasciarsi condizionare da queste analisi?

Se per te è arrivato il momento di vendere casa, in questo articolo ti forniamo consigli utili per le tue considerazioni, così da aiutarti a decidere in maniera informata.


INDICE


I fattori da considerare per scegliere il periodo giusto per vendere casa

Non vogliamo mettere troppa carne al fuoco, quindi non parleremo qui dell’importanza di una corretta valutazione immobiliare.

Diamo per scontato che il “giusto prezzo” sia il primo e più importante fattore da mettere a segno per vendere un immobile. 

È lui il primo, il più importante.

Se vuoi vendere casa con un prezzo fuori mercato, non c’è stagione o andamento economico che tenga. A meno che tu abbia un immobile per “amatori”, come si chiamano in gergo i compratori disposti a pagare un po’ di più abitazioni con determinate caratteristiche.

La corretta valutazione immobiliare è dunque fondamentale, e tiene conto di molti più parametri oltre i prezzi/mq e ai coefficienti di merito interni ed esterni che è possibile trovare sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il prezzo non è una cosa che si può decidere “a sentimento”, partendo dalla cifra che hai pagato la casa e sommando le somme investite al suo interno, più tutto il bene che le vuoi.

Anzi, prima ancora di stabilire il prezzo di un immobile, potremmo discorrere a lungo sull’opportunità di effettuare eventuali lavori di efficientamento energetico per aumentare il suo valore.

Questo, soprattutto alla luce della Direttiva dell’Unione Europea che disciplina il raggiungimento di determinate classi energetiche entro il 2033.

Tornando al periodo migliore, inteso come momento di maggiore predisposizione, possiamo fare diverse considerazioni.

La stagione migliore per vendere casa

I dati dicono che i periodi migliori per vendere casa sono fondamentalmente due: la primavera e l’autunno.

In primavera, persone e famiglie sono più propense ad effettuare i tour (talvolta estenuanti) per trovare la casa dei propri sogni.

L’arrivo dell’ora solare poi, permette di visitare le abitazioni anche dopo il lavoro e avere ancora luce naturale.

Chi ha intenzione di sfruttare il periodo estivo per fare il trasloco, solitamente si muove proprio in primavera.

Una primavera che inizia un po’ in anticipo, perché le movimentazioni nel numero delle visite si registrano già a partire da fine gennaio e inizi febbraio.

Se hai intenzione di sfruttare la primavera, meglio cominciare a pianificare shooting fotografici interni sin da febbraio, sfruttando una bella giornata di sole.

Così facendo, potrai scegliere se fare tutto da te o affidarti ad un professionista del settore, per mettere la tua casa in vendita con l’arrivo di marzo.

Se hai una casa con giardino, e stai pensando di vendere casa in primavera, potresti calendarizzare delle belle foto al tuo giardino durante l’estate. Con fiori e alberi dalle folte chiome che ti riparano dalla calura estiva, il tuo giardino farà un figurone. 

Il secondo periodo migliore per vendere casa va da dopo l’inizio delle scuole a settembre, fino alle vacanze di Natale.

Queste considerazioni sulla stagione migliore per vendere casa, si modificano in caso di seconde case, mercato che ha dinamiche proprie. 

La situazione finanziaria

La stagione come faro guida del momento migliore per mettere casa in vendita, non fa i conti con tutta una serie di esigenzereali” delle persone.

Ogni persona e ogni famiglia ha una situazione propria, che traccia il suo solco in un ventaglio talmente vasto di necessità, che è impossibile elencarle tutte.

Dalla coppia o famiglia che si allarga per un nuovo nato, a quella che si restringe, fino a cambi di città, case in eredità, motivi di salute o impellenti bisogni di liquidità.

Ecco perché, come dicevamo, il numero di visite in base alla stagione può essere un fattore da valutare, ma è naturale che ci sarà sempre chi ha urgenza di vendere, così come ci sarà sempre chi ha urgenza di comprare. Anche a Natale, Ferragosto, Pasqua e Capodanno. 

Sono altri i fattori che fanno chiudere una vendita

Il primo è il prezzo. Il secondo sono le regolarità urbanistiche e catastali e la presenza di tutti i documenti necessari. Il terzo è l’eventuale acquisto (e il punto in cui si trova il suo iter) di una casa per chi vende.

La maggiore attenzione oggi rivolta alle regolarità degli immobili, nonché i tempi per l’ottenimento del mutuo dalle banche, creano spesso un “collo di bottiglia” che fino a qualche anno fa non c’era.

Il mercato immobiliare locale

Il mercato immobiliare italiano non ha picchi particolari di compravenduto, ma appunto periodi che vengono percepiti come più favorevoli per fattori metereologici o psicologici.

Ma, se questi periodi di maggiori movimenti significano più immissioni di immobili sul mercato, allora mettere casa in vendita in periodi meno favorevoli, significa meno concorrenza.

Il punto è che al di là di tutte queste riflessioni, ci saranno sempre investitori e acquirenti interessati a comprare una casa, in qualsiasi periodo dell’anno. Purché alle giuste condizioni.

È importante osservare il mercato immobiliare locale.

Gli immobili in vendita nel tuo quartiere e nella tua vita, più ancora che nella tua città, sono i tuoi diretti concorrenti.

Se non ti affidi ad un agente immobiliare, spetta a te monitorare i prezzi delle case simili alla tua, soprattutto se sono in vendita nello stesso periodo in cui decidi di vendere.

Come prepararsi al meglio per la vendita della propria casa nel periodo ideale

Se vuoi vendere casa, è fondamentale che tu tenga conto che un aspetto più importante rispetto alla scelta del periodo giusto, è l’essere in possesso di tutta la documentazione necessaria.

Ti abbiamo già accennato al fatto che oggi vige più rigore rispetto a un tempo.

È cambiato il rigore e sono cambiati anche alcuni documenti necessari alla vendita.

Per esempio, l’APE, l’attestato di prestazione energetica è obbligatorio. Così come le licenze edilizie, la conformità urbanistica, l’agibilità e ad altri documenti. 

Soprattutto se hai un immobile un po’ datato, la scelta più saggia è sempre quella di farsi seguire da un tecnico che prepari una relazione di regolarità edilizia, la RRE.

Questo documento raccoglie tutta la documentazione dell’immobile che ti servirà al rogito. In alcune Regioni, ci sono accordi tra i Collegi notarili e gli Ordini professionali, che prevedono la richiesta al rogito della RRE.

E ancora, la stagione è importante ma non quanto la presentazione della tua casa in occasione delle visite.

Hai mai sentito parlare di home staging? Oggi, ci sono veri e propri professionisti certificati che si occupano di rendere anche la casa più semplice, una location da copertina.

Potresti stupirti di come piccoli accorgimenti che puoi mettere in pratica da te, migliorano notevolmente l’aspetto estetico della tua abitazione.

Rimuovere oggetti e foto troppo personali, dipingere una parete per dare un tocco di colore, riparare piccoli guasti, illuminare meglio.

Sono tanti, anche piccoli e piccolissimi, gli aspetti su cui si può intervenire per rendere una casa più accogliente agli occhi dei visitatori. Ognuno di loro, contribuisce a far sì che chi entra in casa anche solo per la prima volta, possa già immaginarsela come propria.

Pensa che gli home stager professionisti, per promuovere questo senso di immedesimazione, arredano le abitazioni vuote con veri e propri mobili di cartone!

Il periodo conta ma vendere BENE conta di più

Vendere bene, ossia al tuo obiettivo di prezzo (purché in linea col mercato) e senza che l’iter si trasformi in un incubo di ansie e pensieri, comporta che tutti i tasselli del puzzle si incastrino alla perfezione.

Dal corretto valore economico, alla qualità delle foto.

Dalla qualità del testo dell’annuncio, alla regolarità urbanistica dell’immobile. 

Dall’appeal della tua casa, alla concorrenza diretta.

Potremmo elencarti molti altri fattori del puzzle, tutti da considerare nel momento in cui decidi di vendere casa.

È importante essere onesti con se stessi e realisti.

Quanto tempo hai a disposizione per affrontare la parte burocratica?

Hai sufficienti competenze per determinare il giusto valore di mercato?

Sei in grado di condurre una trattativa?

Conosci l’iter di una compravendita immobiliare?

L’obiettivo degli agenti immobiliari è alzare la qualità del servizio, aumentando la percezione della professionalità percepita dalle persone.

L’agente immobiliare (da poco è stato introdotto da FIMAA un corso di laurea ad hoc presso La Sapienza di Roma), oggi punta a diventare un punto di riferimento per le famiglie, così come da tanti anni rivestono questo ruolo altre storiche figure professionali.

Valuta se il risparmio in denaro si traduce in qualità della vendita e trai le tue conclusioni, purché esse siano – sempre – informate e consapevoli.

Potrebbe interessarti anche

marketing immobiliare

Strategie di digital marketing immobiliare – Parte 1

Per fare marketing on line, è fondamentale stabilire il budget e capire quali strategie adottare. Alcune possono essere gestite in autonomia, mentre altre richiedono il supporto di professionisti del settore. L’importante è mettere in conto la propria presenza, competenza e conoscenza del cliente.

Qual è il periodo migliore dell’anno per vendere casa?

Qual è il periodo migliore dell’anno per vendere casa?

Esiste un periodo migliore per vendere casa? La stagionalità e la psicologia hanno un ruolo quando si tratta di scegliere il momento migliore per mettere in vendita casa, ma scopriamo qual è davvero la giusta importanza da dare a questi fattori.

Realtà Virtuale E Aumentata Applicate All’immobiliare. Quale Futuro

Realtà Virtuale e Aumentata applicate all’immobiliare 

Realtà Virtuale e Realtà Aumentata si stanno facendo strada nel settore immobiliare. Sono tecnologie immersive che portano diversi vantaggi per tutti. Acquirenti, venditori e agenti. Siamo pronti a sostituirle alle visite in loco? E quanto sono accessibili?