Dal 15 febbraio inasprite le sanzioni penali contro gli abusivi

L’iter legislativo della nuova normativa è sempre stato seguito e supportato sindacalmente da FIMAA, sia attraverso l’operato della Consulta Interassociativa che nel contesto della Confcommercio-Imprese per l'Italia

Entrerà in vigore giovedì 15 febbraio 2018 la norma che sanziona pesantemente l'esercizio abusivo della professione, attraverso la modifica dell'art. 348 del codice penale.

La legge, partendo dalla riforma degli ordini professionali della sanità, contiene norme volte a contrastare qualsiasi forma di abusivismo ad ampio raggio, anche esplicitamente riferite all'attività di agente immobiliare.

L’iter legislativo della nuova normativa è sempre stato seguito e supportato sindacalmente da FIMAA, sia attraverso l’operato della Consulta Interassociativa che nel contesto della Confcommercio-Imprese per l'Italia.

Già alla prima violazione il trasgressore potrà essere punito con la reclusione da sei mesi a tre anni, una multa da 10mila a 50mila euro e con varie pene accessorie che vanno dalla confisca degli strumenti utilizzati per l’esercizio della professione abusiva alla segnalazione al competente Albo, Ordine o Registro ai fini dell'applicazione dell'interdizione da uno a tre anni dalla professione regolarmente esercitata.

#NoAbusivi

 

*in basso la locandina contro l'Abusivismo realizzata in occasione della giornata di mobilitazione "Legalità mi piace" di Confcommercio-Imprese per l'Italia